La libreria Tuttilibri - Mondadori di Formia, oltre ad organizzare la propria rassegna letteraria Libri sulla cresta dell'onda, giunta alla XXVIII edizione, collabora da sempre con scuole, associazioni e biblioteche durante gli incontri con autori. Qualche anno fa è iniziato il nostro rapporto con i circoli di lettura del Golfo di Gaeta, in primis con Immaginaria Book Club, il più numeroso della zona, e successivamente con realtà vivacissime e altrettanto entusiaste come Un'altra lettura, Vibrazioni letterarie, Leggiamoci forte di Formia e Amici del Libro di Minturno.

Nel tempo abbiamo creato insieme un solido punto d'incontro fra i loro iscritti e i frequentatori della libreria, soprattutto quando invitiamo autori che amiamo particolarmente, o per discutere temi di grande interesse. Sono state bellissime occasioni di confronto e conoscenza gli incontri con Paolo Maurensig (in presenza), con Alessandro Baricco, Isabel Allende, Donatella Di Pietrantonio e Cinzia Tani (da remoto durante l'ultimo complesso periodo). Gli appuntamenti online sono aperti a tutti, quelli in presenza si svolgono nel pieno nel rispetto delle norme anti covid e in considerazione dello spazio disponibile.

Questa estate con nostra grande gioia ha accettato l'invito Björn Larsson, tra gli autori svedesi più letti in Italia., che sarà ospite di una serata speciale per coloro che hanno già letto e amato i suoi libri e per chiunque sia pronto a lasciarsi conquistare dalle tematiche affrontate.

L'appuntamento è per giovedì 19 agosto alle ore 19,00 negli splendidi giardini del Grand Hotel Villa Irlanda di Gaeta.
È prevista anche una diretta Fb sulla pagina Libri sulla cresta dell'onda.

L'ingresso è gratuito, con prenotazione obbligatoria presso la libreria Tutttilibri di Formia e la Fiera del Libro di Gaeta fino a esaurimento posti.
Info Tel.0771 324159 - Email libreriatuttilibri@gmail.com


Björn Larsson, docente di letteratura francese all'Università di Lund, filologo, traduttore, scrittore e appassionato velista, è uno degli autori svedesi più noti anche in Italia.
Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui il Premio Grinzane Biamonti, il Premio Elsa Morante, il Premio internazionale Cultura del mare, il Premio Boccaccio Europa e il prestigioso Prix Médicis in Francia. Tra i suoi titoli di maggior successo, tutti pubblicati da Iperborea, La vera storia del pirata Long John Silver, Il Cerchio Celtico, Il porto dei sogni incrociati, La saggezza del mare, e La lettera di Gertrud.

Il suo ultimo libro è Nel nome del figlio, Iperborea

Cosa significa vivere senza padre e convivere con pochi ricordi del passato, senza radici e nessuna voglia di trovarne di nuove?

Björn firma un romanzo intimo, un omaggio al padre prematuramente scomparso.

27 agosto 1961. Una piccola barca a motore carica di sei uomini e due bambini prende il largo nel lago Nedre V&aouml;tter in Svezia durante una gara di pesca. Un altro bambino, figlio dell'elettricista Bernt Larsson, non ha voluto accompagnare a bordo il padre ed è tornato a casa.
A notte fonda lo sveglia il grido disperato della zia: ha saputo che la barca è stata ritrovata capovolta e i passeggeri sono dispersi.
Tutti piangono le vittime, tutti tranne il figlio di Bernt: lui per la morte del padre riesce a provare soltanto sollievo. Com'è possibile? Dopo molti anni quel bambino è diventato uno dei più importanti scrittori svedesi, ma ai personaggi delle sue storie non ha mai dato una famiglia, dei parenti, un passato, e si accorge di aver sempre vissuto da orfano, guardando più avanti che indietro.
Di certo non ha mai rimpianto il padre, del quale ha solo una manciata di ricordi. Ma cosa significa, per lui e per chiunque, vivere senza radici e senza desiderarne?
Sfilano, in questa indagine tra narrazione pura e divagazioni scientifico-filosofiche, i grandi scrittori del passato che Björn Larsson ha letto e studiato, come Marcel Proust e l'amatissima Simone de Beauvoir, contribuendo a restituire, insieme al ritratto impossibile di un padre, una riflessione sulla memoria, sull'identità e sulla libertà.

«Björn Larsson è forse l'autore svedese vivente più amato e conosciuto al mondo» - La Stampa
«Björn Larsson è uno spirito libero, abituato a solcare i mari dell'invenzione» - La Repubblica
«Larsson è uno scrittore di mare e di destini» - Alias (Il Manifesto)
«Uno di quegli scrittori che danno pura gioia» - Corriere della Sera


Leggi l'intervista a Björn Larsson su Io Donna del Corriere della Sera